REGIONE EMILIA-ROMAGNA: BANDO PSR PER LA DIVERSIFICAZIONE ATTIVITA’ AGRICOLE CON IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI ALTERNATIVE.

 

Descrizione completa del bando

Risorse a bando: €  6.816.258,00

Soggetti beneficiari: imprenditori agricoli singoli o associati, che rientrino nella definizione di micro e piccola impresa.

L’operazione è applicabile su tutto il territorio regionale nelle seguenti aree rurali, specificate da bando:

Aree rurali con problemi di sviluppo (zone D) Aree rurali intermedie (zone C)

Aree ad agricoltura intensiva e specializzata (zone B)

Aree urbane e periurbane (zone A).

 

Agevolazione: contributo in conto capitale , richiedibile per un minimo del 20% e massimo del 50% della spesa ammissibile a contributo. Il sostegno potrà essere erogato con le seguenti modalità: anticipo, pari al 50% del sostegno concesso, a presentazione di apposita domanda di pagamento corredata di garanzia fidejussoria; saldo al termine dell’intervento a presentazione di apposita domanda di pagamento corredata di rendicontazione di spesa.

 

Interventi ammissibili:

realizzazione di impianti per la produzione, trasporto e vendita di energia e/o calore quali :

– centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets (potenza massima di 3 Mwt);

- impianti per la produzione di biogas (potenza massima di 3 Mwt) dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione);

- impianti per la produzione di energia eolica (potenza massima di 1 Mwe);

- impianti per la produzione di energia solare (potenza massima di 1 Mwe o 3 Mwt, sono esclusi gli impianti a terra);

- impianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti – potenza massima di 1 Mwe);

- impianti per la produzione di biometano (potenza massima di 3 Mwt);

- impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: in tali impianti la parte termica dovrà avere potenza massima di 3 Mwt e la parte elettrica dovrà avere potenza massima di 1 Mwe;

impianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale;

– piccole reti per la distribuzione dell’energia e/o impianti intelligenti per lo stoccaggio di energia a servizio delle centrali o degli impianti realizzati in attuazione del presente avviso( nel limite massimo del 20% della spesa ammissibile del progetto)

Gli impianti devono essere inoltre dimensionati per produrre energia elettrica e/o calorica superiore ai consumi aziendali e conseguentemente almeno parzialmente venduta o ceduta a terzi.

 

Spese ammissibili:

-costruzione, ristrutturazione e miglioramento di beni immobili strettamente necessari ad

-ospitare gli impianti oggetto di finanziamento;

– opere murarie, edili e di scavo per la realizzazione delle reti di distribuzione;

– acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e forniture per la produzione di energia fino a copertura del valore di mercato del bene, e nei limiti di quanto strettamente necessario alla realizzazione dell’intervento secondo le migliori tecniche di progettazione in materia;

– spese generali collegate alle spese di cui ai punti precedenti nel limite massimo del 10% della spesa ammissibile. Tale voce comprende anche le spese tecniche e professionali;

– acquisto di attrezzature informatiche e relativo software inerenti o necessari all’attività di produzione, trasporto, vendita di energia e/o calore oggetto di sostegno.

Possono essere presentati progetti di spesa di qualsiasi importo purché non inferiore a € 20.000

Il termine unico di fine lavori, di rendicontazione delle spese e di presentazione della domanda di pagamento a saldo saranno indicati nell’atto di concessione del sostegno

 

Istruttoria: procedura valutativa a graduatoria. Premiati i progetti afferenti le zone D e le zone C. A parità di punteggio, sarà data priorità ai progetti con spesa ammissibile a contributo con valore più alto.

Domande: entro il 29 novembre 2019

Link: http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/psr-2014-2020/bandi/bandi-2019/produzione-energia-tipo-di-operazione-6-4-02