Descrizione completa del bando

Il presente avviso mira a fornire uno strumento per rilanciare le potenzialità del sistema produttivo regionale, supportando le Piccole e Medie Imprese (PMI) che vogliano realizzare investimenti innovativi conseguendo, congiuntamente l’ampliamento della capacità produttiva e dell’occupazione.

Soggetti beneficiari

Possono accedere alle agevolazioni del presente avviso le PMI extra agricole in possesso, alla data di trasmissione della domanda, dei seguenti requisiti:
a. per le imprese beneficiarie iscritte al Registro delle imprese:
presenza di almeno una unità produttiva ubicata nel territorio regionale come risultante da visura camerale al momento della presentazione della richiesta di contributo;
b. per le imprese beneficiarie non iscritte al Registro delle imprese:
indicazione del luogo di esercizio dell’attività d’impresa, come riscontrabile dal certificato di attribuzione della Partita IVA, nel territorio regionale.
Nel caso di liberi professionisti, che esercitino in forma individuale, associata o societaria ai sensi delle leggi vigenti, è richiesto il possesso di partita IVA per lo svolgimento dell’attività, rilasciata da parte dell’Agenzia delle Entrate e la regolare iscrizione ai relativi albi/elenchi/ordini professionali previsti dalla vigente normativa;
c. la sede oggetto dell’intervento, ubicata nel territorio regionale, deve risultare attiva e possedere, al momento della presentazione della richiesta di agevolazione, codice di attività ATECO 2007 tra quelli ricompresi.

  • Le imprese al momento della presentazione della domanda, devono essere:

a. attive e non sottoposte ad accordi stragiudiziali né a piani asseverati né ad accordi di ristrutturazione;
b. operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo sottoposte a procedure concorsuali anche volontarie (quali: fallimento, concordato preventivo, liquidazione, amministrazione straordinaria ecc.),né ad amministrazione controllata con l’unica eccezione del concordato con continuità aziendale;
c. in regola con la normativa antimafia;
d. in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori o in regola con la certificazione che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti di Pubbliche Amministrazioni;
e. in regola con i pagamenti nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni;
f. operanti nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia di tutela ambientale, sicurezza e tutela della salute nei luoghi di lavoro, pari opportunità tra uomo e donna, contrattazione collettiva nazionale del lavoro.

Tipologia di spesa ammissibile

1. Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per programmi di investimento finalizzati all’introduzione di innovazioni di prodotto e/o di rilevanti innovazioni di processo produttivo dell’impresa, di valore unitario pari o superiore ad € 1.000,00.
2. Tali spese possono riferirsi all’acquisto diretto o all’acquisizione in locazione finanziaria delle seguenti immobilizzazioni:
a) impianti produttivi, macchinari ed attrezzature, comprese le attrezzature ed utensili di prima dotazione necessarie e funzionali ai nuovi impianti acquisiti e fatturati dal medesimo fornitore contestualmente al bene principale cui afferiscono;
b) brevetti e altri diritti di proprietà industriali;
c) programmi informatici esclusivamente connessi alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo nel quale vengono inseriti i nuovi investimenti per un massimo del 15% della somma di tutte le altre voci di spesa inserite nel progetto;
d) opere murarie ed impiantistiche (elettriche e idrauliche) occorrenti per l’istallazione e collegamento dei macchinari acquisiti e dei nuovi impianti produttivi.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate ammontano complessivamente ad € 5.000.000,00.

Il contributo concedibile è calcolato in riferimento all’ammontare delle spese ritenute ammissibili, come di seguito specificato:

AGEVOLAZIONI PER BENI MATERIALI/IMMATERIALI

  • REGIME ORDINARIO: 20% Piccola – 10% Media
  • REGIME ORDINARIO ZONE ASSISTITE: 30% Piccola – 20% Media
  • AIUTI “DE MINIMIS”: 25% P.M.I

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dal 30 maggio 2018 e fino al 22 giugno 2018.